Post

Si cambia musica: il lancio di MTV

Immagine
Ladies and Gentlemen, Rock and Roll.
Con queste parole, il primo agosto 1981, cominciava la leggenda di MTV, canale dedicato 24 ore su 24 ai video musicali. L'importanza del canale nel corso dei decenni è indubbia, e sin dagli anni '80 si è saputo distinguere per il suo saper catalizzare l'attenzione dei giovani e "influenzare" la cultura pop.
Ma com'è nata MTV? Alcuni timidi esperimenti simili erano stati messi in atto negli anni precedenti: in Nuova Zelanda, sin dal '66 compagnie musicali spedivano clip alle televisioni nazionali a scopo promozionale in forma gratuita; nel '77 la divisione via cavo di Warner Communications lanciò alcune TV interattive sperimentali in Columbus, Ohio, tra cui una fatta di video musicali verso cui la gente poteva mostrare il proprio apprezzamento. Da qui in poi, verranno inseriti in ordine i primi video mandati in onda alla partenza di MTV
Robert W. Pittman, che in futuro diventerà C.E.O. di MTV, sul finire degli anni &#…

Sonni agitati: Pleasant Dreams dei Ramones

Immagine
Dopo il successo commerciale di End of the Century, i Ramones tornano, nell'estate del 1981, con un nuovo album, che, nonostante il titolo, da tutto nasce fuorché da sogni piacevoli.
Il fulcro dell'album, anche se involontariamente, è il conflitto tra Joey e Johnny Ramone, rispettivamente cantante e chitarrista della band.
Joey voleva, infatti, orientare il gruppo verso uno stile più pop, in modo da rendere la band di maggior successo di pubblico, mentre Johnny voleva puntare a una sonorità più hard rock, per rimanere fedeli ai fan di vecchia data.
Questo rese l'album un po' incerto, ma non fu l'unico problema...
In quel periodo, Dee Dee Ramone (il bassista) stava sviluppando problemi di droga, e Joey e Marky avevano il vizietto dell'alcol: Johnny non era particolarmente entusiasta dello stato degli altri membri del quartetto, così come Joey non era particolarmente entusiasta del fatto che la sua ragazza l'avesse lasciato per lo stesso Johnny.
Questo creò si…

La guerra in giardino: Centipede

Immagine
Un obiettivo fermissimo dell'industria videoludica dei primi anni '80 era sicuramente l'estensione del proprio pubblico, in particolare verso le videogiocatrici: giochi come Pac-Man o Frogger erano adatti, e in parte creati appositamente per, il pubblico femminile, ma mancava ancora qualcosa: mancava un gioco "attrai-signorine" appartenente al genere più diffuso dell'epoca, lo sparatutto (e in particolare lo sparatutto orizzontale).
Fu così che Ed Logg e Dona Balley, una delle poche donne nell'industria dei videogiochi all'epoca, progettarono uno sparatutto molto particolare: ambientato in un giardino e con protagonista...
Un nanetto di gesso!
Il genere è sempre quello: ci si muove nella parte bassa dello schermo (con una parziale profondità di movimento in verticale extra) e si spara verso l'alto, ma stavolta si è in un giardino e si spara contro insetti vari che cercano di invaderlo (e di farci fuori), tra cui il terribile centipede del titolo.

Toei Manga Festival 1981: Isole sperdute, fuochi d'artificio e tanti, tanti cani

Immagine
Il Toei Manga Festival è sempre un'occasione, per la Toei Animation, per mettere in mostra i suoi cavalli di battaglia, oltre a ospitare, di quanto in quanto, dell'animazione straniera.
Nel luglio 1981, il Toei Manga Festival estivo ospitava tre opere profondamente diverse tra loro, ma tutte degne di nota.
Vediamole insieme!
Dr. Slump & Arale: Wonder Island
Ad appena tre mesi dall'inizio della serie animata, Dr. Slump debutta al cinema, con un cortometraggio che converte in animazione i capitoli del manga relativi alla spedizione di Senbee e soci all'isola fantastica di Wonder Island, con tutte le bizzarrie che questo comporta. L'episodio, per quanto definito "film", ha una durata standard di una ventina di minuti, ma un comparto tecnico decisamente superiore rispetto alla media della serie animata. Fa fede alla comicità tipica di Dr. Slump & Arale, e per questo motivo risulta spassoso come la serie animata, anche se mi domando se poi Wonder Island …

Vanguard-Ai confini dell'universo (della SNK)

Immagine
Ormai è superfluo ripeterlo, ma all'inizio degli anni '80 il genere sparatutto spaziale era IL genere videoludico per eccellenza, ancora solo leggermente messo in pericolo dai giochi di piattaforme e labirintici come Pac-Man e Donkey Kong.
SNK, sempre molto attenta alle tendenze videoludiche (lo vedremo negli anni '90), si butta a capofitto nel genere con Vanguard, gioco che ricorda molto da vicino Scramble, ma con le dovute differenze di gameplay.
Il malvagio Gond sta terrorizzando le colonie spaziali con i suoi assalti, e sta a noi infiltrarci nel suo covo, all'interno di un asteroide, e distruggerlo.
Il giocatore deve attraversare diverse zone prima di raggiungere Gond, ricaricando il serbatoio di carburante sconfiggendo i nemici, sparando nelle quattro dimensioni.

Il gioco saprà guadagnarsi la sua fetta di pubblico, anche grazie al popolarissimo genere di appartenenza, cementando ulteriormente la notorietà, in perenne ascesa, della SNK.

80s Report: Ventunesima Settimana

Immagine
Luglio, col bene che ti voglio, quante cose che hai da analizzare!
Il luglio 1981 è stato veramente ricco di uscite ed eventi, motivo per il quale non l'ho ancora portato a compimento (sono esattamente a metà, ma la metà più lunga è andata), ed ecco quindi un riassunto di quanto visto finora!
Fumetti L'avvenimento fumettistico del mese di luglio è indubbiamente l'uscita de L'Odissea di Asterix, albo di cui abbiamo parlato qui.
Gli irriducibili galli si trovano ad affrontare la scarsità di "olio di roccia", che oggi come ieri dà sempre tanti guai...

Sentai Aria di cambiamenti in Taiyo Sentai Sun Vulcan.
Cambia Vul Eagle, visto che Ryusuke Ohwashi viene richiamato dalla N.A.S.A. per effettuare delle ricerche spaziali negli Stati Uniti, e viene sostituito dal collega Takayuki Hiba.
Cambia anche la base del team, visto che, conseguentemente alla morte di una delle Zero Girls del Machine Empire, la Vader Amazon Killer (che non è una nuova funzione del colosso della …

Guai nel vicino oriente: L'Odissea di Asterix

Immagine
A René.
Così si apre l'albo, secondo realizzato da Albert Uderzo dopo la scomparsa dell'amico e collega Goscinny, che ci riporta nel 50 Avanti Cristo, nell'ultimo villaggio gallico che ancora resiste all'invasore romano.
Coerentemente a quanto mostrato nel volume precedente, L'Odissea di Asterix vedrà i nostri eroi farsi beffe dell'immenso impero romano, schernendo, però, dietro le quinte, anche il mondo contemporaneo del 1981.
Come?
Vediamo...
C'è agitazione, nel villaggio gallico: il druido Panoramix aspetta con impazienza un ingrediente fondamentale per la leggendaria pozione magica, l'olio di roccia (così chiamato perché sgorga dalle rocce, appunto), ma il mercante fenicio Grandimais se ne dimentica, e così si rende necessario andare fino in Mesopotamia a recuperarlo: ci penseranno Asterix e Obelix, accompagnati dal druido (in realtà spia romana) Zerozeroseix.
Il tutto si rivelerà una letterale odissea, tra battaglie navali e viaggi in lungo e in la…