A presto, eroi Marvel: considerazioni finali su L'Uomo Ragno e i suoi Fantastici Amici

 Con la manciata di episodi della terza stagione, giunge a conclusione L'Uomo Ragno e i suoi Fantastici Amici, serie animata Marvel cominciata nell'81 e proseguita ogni autunno con qualche puntata nuova, all'interno di una fascia oraria dedicata ai supereroi della Casa delle Idee.

Come sarà andata questa "lunga" serie di avventure "in trio" di Spider-Man e dei suoi compagni mutanti?

Nato un po' come risposta ai Superamici di casa DC, L'Uomo Ragno e i suoi Fantastici Amici fonde il singolo personaggio più famoso della Marvel con il supergruppo più popolare ai tempi dell'uscita della serie, gli X-Men, e l'idea di partenza è eccellente, soprattutto quando gli episodi vergono su villain storici delle due serie a fumetti o su eroi e comprimari delle testate ragnesche e mutanti.

Un po' meno bene vanno le cose quando, fin troppo spesso, la scena viene dominata da villain o eroi creati per l'occasione, decisamente meno carismatici dei personaggi che, ai tempi, a volte già calcavano le cartacee scene da vent'anni.

Anche il punto di vista tecnico subisce, più o meno, una sorte simile: alcuni episodi appaiono molto ben disegnati, grazie al supporto della Toei Animation, mentre altri sono decisamente più spartani e non riescono a rendere sempre giustizia al design originale di personaggi celebri come quelli Marvel.

Il vero problema è il comparto sonoro, fatto di due o tre pezzi dalle sonorità molto più "vecchie" rispetto alla serie, che le fanno perdere quel brio che invece (per esempio) He-Man ha, nonostante sia tecnicamente più povero.

La serie, breve e che non sfrutta il suo tempo limitato sempre nel migliore dei modi, sarà l'ultimo exploit dei supereroi Marvel nel mondo dell'animazione per diversi anni: è sorprendente che ci sia stato un "buco" del genere, ma c'è da dire che gli show collettivi "The Amazing Spider-Man and the Incredible Hulk" (una sorta di "programma compilation" con episodi del qui presente L'Uomo Ragno e i suoi Fantastici Amici, Spider-Man 1981 e L'Incredibile Hulk) e  "Marvel Action Universe" (che oltre alle due serie di Spider-Man potrà contare sulla serie animata di Robocop e Dino-Riders), simili in tutto e per tutto a quella che era da noi "l'ora dei supereroi" di K2/Fox Kids/Jetix, andranno avanti fino al '91 in syndication, quindi nel bene o nel male, anche se con poche avventure già viste, le creature di Stan Lee e colleghi continueranno ad essere televisivamente attive, prima del grande boom anni '90.

Commenti

Post popolari in questo blog

L'Uomo Tigre: la terza serie segreta e il live action anni '90!

L'apprendista dea combinaguai: Pollon episodio 1

Tra sogno e realtà: L'Incantevole Creamy, Episodio 1